Топ-100
Servizi per paese: Italia Spagna CSI
Ordine Pagamento

Procedura di riconoscimento di un titolo di studi straniero (termine ormai antiquato “equipollenza”): è la procedura di riconoscimento dell’istruzione o della qualifica ottenuti al di fuori della Federazione Russa in base agli standard didattici russi. Come risultato di questa procedura il titolare del documento straniero di istruzione diventerà titolare del certificato che permette di esercitare l’attività lavorativa o di proseguire gli studi in Russia.

Queste informazioni saranno utili a chi prevede di conseguire l’istruzione superiore, una seconda istruzione superiore oppure seguire dei corsi di aggiornamento in università russe.

Cosa occorre sapere?

I documenti didattici stranieri devono essere legalizzati per la Federazione Russa. Esistono due principali modalità di legalizzazione:

  • Apposizione del timbro “Apostille” sull’originale del documento didattico;
  • Tramite procedura di legalizzazione consolare.

I requisiti precisi per la legalizzazione consolare dei documenti didattici per la Russia vanno verificati presso l’Ambasciata della Federazione Russa sul territorio del vostro paese.

Di solito sono:

1) copia notarile dall’originale;

2) traduzione in russo;

3) autentica della traduzione presso il notaio;

4) consegna dei documenti al Ministero della Giustizia del vostro paese;

5) consegna al Ministero degli Esteri del vostro paese;

6) consegna dei documenti con tutti i timbri presso l’ufficio consolare dell’Ambasciata russa nel vostro paese.

Occorre la legalizzazione per tutti i paesi?

La legalizzazione non serve per quei paesi con i quali la Federazione Russa ha firmato accordi unilaterali o bilaterali di riconoscimento del titolo di studi straniero.

Cliccando sul link del Centro Nazionale Informativo, potrete scoprire se tra il vostro paese e la Russia è stato firmato un accordo di riconoscimento reciproco dei documenti didattici.

Per verificare se serve la legalizzazione e, in caso affermativo, secondo quale delle due procedure, potete cliccare sul link del Centro Nazionale Informativo. Qui troverete l’elenco dei paesi e le informazioni sul tipo di legalizzazione richiesta: apostille o legalizzazione tramite consolato.

Proviamo a esaminare le azioni necessarie sull’esempio di due paesi: Polonia e Paesi Bassi.

Se il documento didattico è rilasciato in Polonia, cliccando sul sito del Centro Nazionale Informativo cercheremo “Polonia” e scopriremo che “Non serve apporre l’apostille”.

In questo caso è richiesto solo di tradurre il documento didattico in russo e di autenticare la traduzione presso un notaio russo.

Se la laurea è stata ottenuta nei Paesi Bassi, andando sul sito del Centro Nazionale Informativo, inserendo “Paesi Bassi” scopriamo che: “Occorre apporre l’apostille”.

Non dimenticate che una volta apposta l’apostille nei Paesi Bassi occorre svolgere la traduzione in russo e autenticarla da un notaio in Russia.

Lavoriamo in questo ambito da più di quindici anni e abbiamo più volte avuto a che fare con situazioni nelle quali l’università richiedeva la procedura di nostrificazione, mentre l’organo che si occupa del riconoscimento del titolo di studi straniero sul territorio russo, “Glavexpertcentr”, rimandando all’accordo tra la Russia e lo stato straniero di reciproco riconoscimento dei documenti didattici aveva risposto che non era necessario svolgere questa procedura.

Le università russe possono essere divise in questo ambito in tre categorie.

1. Università dove la commissione esaminatrice richiede che:

  • i documenti didattici siano legalizzati per la Federazione Russa (salvo i paesi con i quali la Russia ha firmato accordi bilaterali);
  • i documenti vengano presentati alla commissione esaminatrice con autentica notarile della traduzione in lingua russa. La traduzione autenticata può essere eseguita presso qualsiasi notaio russo;
  • l’università si occuperà autonomamente del terzo aspetto, ovvero la procedura di riconoscimento dei documenti didattici (equipollenza), tramite la presentazione del set completo di documenti all’ente “Glavexpertcentr”. Le informazioni su tutti gli aspetti importanti (importo della tassa statale, tempistiche, documenti necessari) per il candidato straniero saranno fornite al momento della raccolta dei documenti.

2. Università dove la commissione esaminatrice richiede che:

  • i documenti didattici siano legalizzati per la Federazione Russa (salvo i paesi con i quali la Russia ha firmato accordi bilaterali) e che la traduzione sia autenticata dal notaio.

3. Le università dove si richiede che

  • alla consegna dei documenti sia allegata la traduzione autenticata dal notaio dei documenti didattici.

Nella nostra attività di più di quindici anni abbiamo accumulato grande esperienza nell’ambito della legalizzazione dei documenti russi e stranieri, inclusi quelli per l’equipollenza.

Per svolgere la procedura di riconoscimento dell’istruzione straniera è necessario:

1. Redigere la procura notarile a nome dei nostri dipendenti;

2. Preparare la copia del passaporto con autentica notarile della traduzione (per i cittadini russi la 1°, la 4° e la 7° pagina).

I cittadini che hanno cambiato cognome devono presentare un certificato (atto) di cambio nome o la fotocopia dell’atto di matrimonio.

N.B.! L’autentica notarile della traduzione del passaporto e dell’atto vanno fatte in Russia.

3. Presentare l’originale del documento di istruzione, nonché la copia del documento originale con traduzione dell’autentica notarile.

N.B.!  L’autentica notarile della traduzione va fatta in Russia.

.4. Presentare l’originale dell’allegato al documento didattico con indicazione dei corsi didattici seguiti e del loro volume (ore, crediti, settimane didattiche), nonché la copia dell’allegato con traduzione notarile.

N.B.!  L’autentica notarile della traduzione va fatta in Russia.

5. Requisito non obbligatorio, principalmente riguardante i cittadini stranieri che prevedono di lavorare secondo la propria specializzazione: se possibile, presentare il documento a conferma del possesso di esperienza di lavoro secondo la specializzazione, indicata nel diploma di laurea (fotocopia dell’analogo del libretto di lavoro con traduzione, se esistente). Nel caso in cui l’attività sia stata svolta nel territorio della Federazione Russa, il libretto di lavoro deve essere autenticato dal datore di lavoro.

N. B. !

  • La procedura di riconoscimento del titolo di studio straniero (equipollenza) avviene anche nei casi in cui il cittadino straniero prevede di lavorare secondo la propria specializzazione nella Federazione Russa.
  • Le tempistiche di svolgimento della procedura di riconoscimento del titolo di studio straniero sono di 2-4 mesi.
  • Se intendete iscrivervi o continuare gli studi occorre fornire la denominazione precisa dell’ente didattico e il suo indirizzo.
  • Se intendete lavorare, occorre fornire la denominazione precisa del datore di lavoro e il suo indirizzo.
  • La legalizzazione dei documenti stranieri e il riconoscimento del titolo di studio sono procedure diverse.
  • La legalizzazione dei documenti è necessaria per utilizzare un documento didattico straniero in un altro paese (il documento russo per la Russia non va legalizzato).

Procedura per il riconoscimento dell'istruzione straniera (nostrificazione)

Commenti

Aggiungi un commento