Топ-100
Servizi per paese: Italia Spagna CSI
Ordine Pagamento

Il Pakistan non fa parte dei paesi firmatari della Convenzione dell’Aja del 1961 sulla legalizzazione semplificata dei documenti tramite apposizione del timbro “Apostille”. Quindi tutti i documenti rilasciati e redatti nella Federazione Russa da persone fisiche o società russe devono superare la procedura di legalizzazione consolare.

La legalizzazione consolare completa dei documenti russi per il Pakistan è composta di cinque fasi.

  • Prima fase: fare delle copie notarili dei documenti originali redatti dal notaio, quali procure, consensi, etc.
  • Seconda fase: svolgere la traduzione in inglese e autenticare la traduzione dal notaio.
  • Terza fase: presentare i documenti al Ministero della Giustizia della Federazione Russa.
  • Quarta fase: dopo il Ministero della Giustizia della Federazione Russa presentare i documenti al Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.
  • Quinta fase: conclusiva. Presentare i documenti all’ufficio consolare dell’Ambasciata del Pakistan a Mosca.

Ma esiste tutta una serie di documenti commerciali che non possono essere legalizzati come sopra descritto. Di questi fanno parte il certificato di origine, il certificato di commercio libero, le fatture, gli accordi, etc. di solito questi documenti sono già redatti in inglese o in inglese e russo.

Questi documenti vengono legalizzati per il Pakistan tramite la Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa.

Due fasi principali di legalizzazione

  • Prima fase: apporre sul certificato di commercio libero il timbro della rappresentanza regionale della CCI. Se il timbro manca, la legalizzazione alla CCI della Federazione Russa non è possibile. Fate attenzione quando preparate i documenti, è importante!
  • Seconda fase: consegna all’Ambasciata del Pakistan di Mosca.

Tempistiche di legalizzazione dei documenti tramite l’Ambasciata: 1-2 giorni lavorativi.

La presenza personale del richiedente non è richiesta in nessuna fase. La procura non serve.

N.B.: Nel 2020 la Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa ha introdotto una nuova regola: presentando i documenti commerciali per la legalizzazione presso la CCI russa bisogna avere con sé altri documenti:

  • procura da parte della società;
  • lettera della società.

Entrambi i documenti vanno redatti su carta intestata con firma del direttore e timbro (se vi avvarrete dei nostri servizi per questo lavoro forniremo il modello della lettera). Il processo di legalizzazione presso la CCI russa richiede un giorno lavorativo.

Legalizzazione dei documenti russi per il Pakistan

Commenti

Aggiungi un commento