Топ-100
Servizi per paese: Italia Spagna CSI
Ordine Pagamento

L'Egitto non fa parte dei paesi firmatari della Convenzione dell'Aja del 1961 sulla legalizzazione semplificata dei documenti quindi non ha senso far apporre l'apostille sui documenti destinati a questo paese.

Tutti i documenti rilasciati e redatti nella Federazione Russa sia da persone fisiche, sia da società, devono essere sottoposte alla procedura di legalizzazione consolare completa.

Come si ottiene la legalizzazione consolare "classica" dei documenti personali?

Prima fase: ottenere le copie notarili dell'originale (fanno eccezione: documenti redatti dal notaio, quali procure, consensi, etc.).

  • Seconda fase: svolgere la traduzione nella lingua ufficiale dell'Egitto, ovvero l'arabo o l'arabo e l'inglese.
  • Terza fase: autenticare la traduzione presso un notaio.
  • Quarta fase: presentare i documenti al Ministero della Giustizia della Federazione Russa.
  • Quinta fase: presentare i documenti al Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.
  • Sesta fase: presentare i documenti all'ufficio consolare dell'Ambasciata d'Egitto a Mosca.

Esistono dei documenti che secondo i requisiti dell'ufficio consolare dell'Ambasciata d'Egitto non possono essere legalizzati nella modalità sopra descritta. Di questi fanno parte i documenti delle società russe (il consolato li considera documenti commerciali).

Di solito sono redatti in russo, vengono tradotti in arabo o inglese. Alcuni sono già redatti sin dal principio in inglese (ad esempio, il certificato di origine, le fatture).

La traduzione di alcuni documenti va autenticata presso il notaio. Le traduzioni degli altri documenti (certificato di origine, fattura, certificato di commercio libero) non vanno né autenticate dal notaio né con timbro dell'ufficio.

I documenti di tipo commerciale sono legalizzati tramite la CCI della Federazione Russa.

Le fasi di legalizzazione dei documenti commerciali sono due:

La prima fase di legalizzazione è costituita dall'apposizione del timbro del rappresentante regionale della CCI (in quei casi in cui i documenti sono stati rilasciati da una regione russa).

N.B.: Se il timbro non è stato apposto dalla CCI della Federazione Russa, la legalizzazione sarà impossibile e l'Ambasciata d'Egitto, a sua volta, non accetterà i documenti senza il timbro della CCI della Federazione Russa.

Il processo di legalizzazione presso la CCI della Federazione Russa richiede un giorno lavorativo.

La seconda fase della procedura di legalizzazione è la presentazione o l'ottenimento di documenti all'Ambasciata d'Egitto a Mosca. Tempistiche di legalizzazione: 3-4 giorni lavorativi.

La presenza fisica del titolare dei documenti non è richiesta in nessuna delle fasi sopra elencate.

Esempio di legalizzazione di un documento commerciale per l'Egitto PDF

Legalizzazione di documenti personali e commerciali russi per l'Egitto

Commenti

Aggiungi un commento